Focaccia in Calvarina

Focaccia in Calvarina

apericena in agri

FOCACCIA

in Calvarina

 Baita Calvarina, un agriturismo in Calvarina (un monticello vicino ad Arzignano) ripete la bellissima esperienza delle Apericene in Agri, forti del grande successo dell’anno scorso.

In attesa di tornarci quest’anno, ripropongo le foto del 2020. 

baita calvarina

L’agriturismo è ben apprezzato nella nostra zona perché si mangia bene ed ha tanto spazio, dentro e fuori. Ideale per i grandi pranzi in famiglia. 

Nelle sere d’estate Baita Calvarina è una location invidiabile, con gli ultimi raggi di sole ad illuminarla e una temperatura che è sempre un paio di gradi più bassa che in pianura.

due focacce in calvarina

In luglio del 2020 i gestori si sono inventati le “Apericena in agri“, delle serate con focacce e taglieri di affettati e formaggi da condividere con famigliari e amici mentre si beve qualcosa di fresco.

Le apericene sono solo il giovedì, e quel giorno c’è solo quello nel menu, se non ho capito male.

L’evento ha riscosso notevole successo perché 

1. lassù si sta bene, anzi, quando siamo andati noi si stava bene col golfino

2. le focacce sono proprio buone. 

le focacce

focaccia in calvarina con provola, noci e miele

Le focacce, a lievitazione lenta, erano di quattro gusti un po’ ricercati, due più semplici con pomodorini e prosciutto crudo.

La mia favorita è quella con la cipolla caramellata.

Erano così invitanti che non ho fatto in tempo a fotografarle, non ci ho pensato proprio, tranne queste due.

Da abbinare alle focacce offrono delle birre artigianali di un birrificio vicentino.

O vino bianco, per chi come il mio papà è un fedelissimo dei prodotti dell’uva.

focacce

La location

baita calvarina la sera

Anche location e set up sono super.

La location vabbè, è su un monte in mezzo alla natura. Niente di meglio dalle nostre parti.  

giardino della baita calvarina

Per l’estate e causa (o grazie) al covid hanno preparato dei bei tavoli che occupano buona parte del loro giardino. 

Spazio ce n’è e il distanziamento sociale è (ahimé) assicurato.

lavanda dentro un bicchiere
lavanda e birra in baita calvarina

Le serate apericena in agriturismo continuano ad agosto 2021, non vedo l’ora di tornarci (anzi, ci andrei proprio adesso, peccato che sia martedì mattina mentre scrivo).

It’s Going to be Perfect!

vieni con me!

Corte di Casale

Corte di Casale

Cena a

Corte di Casale

Vicenza

Mercoledì di agosto a cena alla Corte di Casale.

La Corte di Casale non è un ristorante aperto tutti i giorni; è una vecchia villa dove si festeggiano eventi, cene aziendali, matrimoni. A volte però la manager Arianna vi organizza delle cene di degustazione, per far provare la propria cucina a futuri sposi o interessati (tra l’altro Arianna è bravissima ad aiutarvi ad organizzare il vostro matrimonio o evento).

Una delle cucine migliori della zona, a mio parere.

La location

Un’antica dimora del 1800, alcuni dettagli rustici antichi, un bel parco, tanta natura intorno.

I dettagli

Mozzarella affumicata e taralli

Gli antipasti

Prosciutto e melone

Sopressa e fichi. Ma quanto buoni sono i fichi a tavola???

I primi piatti

Risotto al Barolo, mele di Belfiore, speck croccante.

Mai mangiato risotto più buono.

 

Corte di Casale - matrimoni a vicenza

Fagottino ai carciofi e code di gamberoni su lettino di valeriana.

I secondi

Tagliata di vitello ai frutti di bosco con verdure di stagione.

Io a questo punto ero già bella sazia, ma era talmente buono che ho fatto anche il bis (di una fettina sola però).

Vino sempre di ottima qualità.

I dolci

Sorbetto al mojito e spugna (sponge cake?) con creme.

Seguite la loro pagina facebook per sapere quando sarà la prossima cena 🙂

It’s Going to be Perfect!

vieni con me!

Laita, la contrada del gusto

Laita, la contrada del gusto

Bruschetta alla

Laita

La contrada del gusto

Qualche tempo fa sono stata a cena alla Laita, la contrada del gusto, uno dei locali più carini della mia zona, la Valle del Chiampo.

E’ una vecchia contrada a Crespadoro sistemata e convertita in un elegante ristorante, bruschetteria e gelateria.

Ho fatto talmente tante foto quella sera che ho pensato di dedicarle un intero post.

La location

laita contrada del gusto

Queste vecchie case in sasso sono una delle più belle eredità che abbiamo. 

laita crespadoro
Immersi nella natura dell’Alta Valle del Chiampo.

Con stile.

laita crespadoro

Il letto dei nonni 

laita crespadoro
vecchia casa crespadoro
bruschetta chiampo

Laita,

i dettagli

laita contrada del gusto
vecchia casa altissimo
madonna valle del chiampo
bruschetteria vicenza
vecchia contr? crespadoro
vecchia contrada valle del chiampo
bruschetta crespadoro
gelateria vicenza
aperitivo valle del chiampo

Aperitivo con gnocco fritto e pancetta.

Sciroppo di sambuca, durello e limone. 

Laita,

la cena

Bruschetta caciotta di Burlino, cubi di trota affumicata, saor, mela, spinacino fresco.

Pane: ciabatta integrale con farina di segale.

bruschetta laita
gelato la laita

Coppa gelato (si potrebbe cenare anche solo con questo).

Il gelato della Laita è stato votato 7° miglior gelato d’Italia!

bruschetta valle del chiampo

Il gelato alla Laita merita una sezione a sé perché è un’esperienza unica.

Soprattutto l’affogato.

gelateria chiampo
gelato chiampo
la laita crespadoro
laita chiampo
e quando si fa notte…
la laita chiampo
ristorante vicenza
vecchia contrada valle del chiampo
ristorante vicenza

E’ l’attenzione per i dettagli che rende questo posto così speciale, dagli ingredienti dei piatti proposti al più piccolo fiorellino.

design vicenza
design vicenza

definitely recommended…

It’s Going to be Perfect!

vieni con me!

Infiorata di Bolsena

Infiorata di Bolsena

Bolsena

Infiorata

Corpus Domini

Bolsena, un paesino medievale situato sul lago che porta lo stesso nome, nel giorno del Corpus Domini si fa bella con l’infiorata.

castello di bolsena

L’infiorata è una esposizione di disegni creati con fiori, semi, foglie e torba lungo le strade della città.

(tra l’altro Bolsena è anche famosa per le ortensie, ce ne sono tantissime in giro per il paese e qualche settimana prima dell’infiorata c’è un altro festival dedicato esclusivamente a queste piante)

Sono stata a Bolsena durante l’infiorata nel 2019 e ho fatto tantissime foto, che vorrei condividere (sfortunatamente nel 2020 e 2021 l’evento è stato sospeso a causa del Covid19).

strada di bolsena durante l'infiorata

ma prima, un po’ di storia…

Nel 1263 a Bolsena durante la consacrazione dell’ostia durante una messa si verificò un miracolo: l’ostia cominciò a perdere sangue come fosse  carne. Questo evento venne considerato la prova che il corpo di Cristo è effettivamente presente nell’eucarestia.

Così dall’anno successivo il Papa di allora dispose che la celebrazione del Corpus Domini, prima limitata al Belgio, fosse estesa a tutta la comunità cristiana, da tenersi nella seconda settimana dopo la Pentecoste.

Da allora nel giorno del Corpus Domini l’ostia viene esibita e trasportata in un ostensorio durante una processione.

A Bolsena la processione è particolarmente importante perché si porta in giro anche la “sacra pietra”, una delle pietre sulle quali caddero quelle gocce di sangue.

In più dal 1995 la festa si è fatta ancora più grande con l’aggiunta de l’Infiorata.

Preparazione

preparazione fiori per l'infiorata di bolsena
petali per decorare l'infiorata

I lavori per l’infiorata iniziano già qualche giorno prima della processione.

preparazione per infiorata
Lungo le strade di Bolsena si incontrano spesso gruppetti di donne che preparano i petali, la materia prima dei disegni.
disegni per infiorata

L’infiorata e la processione sono la domenica, ma alcuni gruppi iniziano il sabato sera a preparare i disegni sui pavimenti, perché di giorno fa molto caldo ed è difficile lavorare al sole.

disegni per infiorata
bambini al lavoro per l'infiorata

Creare i disegni è un lavoro di squadra, tutti sono impegnati, dai più piccoli ai più adulti. E’ una bella festa di paese che coinvolge tutti.

notte di preparazione per infiorata di bolsena
La domenica
al lavoro per l'infiorata di bolsena

La domenica i lavori per completare i disegni proseguono alacremente. 

infiorata di bolsena
donne aiutano a preparare i fiori per l'infiorata
infiorata di bolsena
foglie utilizzate per l'infiorata
un sole disegnato coi fiori per l'infiorata

Prima

 

Dopo

lavoro finito per l'infiorata
annaffio fiori per l'infiorata

I fiori vengono tenuti continuamente bagnati così restano freschi e non volano via.

 

disegni geometrici per l'infiorata di bolsena
Qui sotto due gallerie di immagini (cliccare sulle frecce per andare avanti).

Molte immagini rappresentano scene religiose, ma c’è anche altro. 

La processione

Alle 4 del pomeriggio inizia la processione in cui ostia e pietra sacra vengono portati in giro per la città, seguiti da rappresentanti della città stessa, del clero e di altre comunità.

processione del corpus domini a bolsena durante l'infiorata
stendardi alla processione del corpus domini bolsena
processione infiorata a bolsena

La processione segue i disegni sulle strade. Solo il sacerdote che porta la “sacra pietra” che nel lontano 1263 fu macchiata dal sangue proveniente dall’ostia, può camminare sui fiori, gli altri camminano ai lati.  

processione del corpus domini durante l'infiorata a bolsena

Finita la processione si può cominciare a pestare i fiori. Se si ha il coraggio. 

A me dispiaceva un sacco vedere il lavoro di giorni andare distrutto dopo appena un’ora dall’essere stato completato. 

 

Un’altra galleria di foto. Ne ho fatte tantissime, i disegni sono tutti speciali, sarebbe un peccato non vederli tutti.

 E’ impressionante la qualità dei disegni fatti con i prodotti della terra

e infatti sono in tanti impegnati per diverse ore, e con grande attenzione e cura, per rendere al meglio l’infiorata

molto bello davvero

ritornerò? mi auguro di sì!

It’s Going to be Perfect!

vieni con me!

Una Camminata per la Vita a Restena

Una Camminata per la Vita a Restena

Una passeggiata primaverile ad Arzignano

La Camminata per la Vita a Restena è una delle tante passeggiate che vengono organizzate ad Arzignano (e nell’Italia intera) durante tutto l’anno ma in particolare in Primavera, quando non fa né freddo né caldo e la natura è in fioritura, condizioni ideali per questo tipo di eventi.

camminata per la vita restena

Anche quest’anno (2021), come l’anno scorso, la versione comunitaria della Camminata per la Vita è sospesa a causa del CoronaVirus. Sarà possibile comunque fare individualmente una passeggiata di circa 13 km che parte dalla chiesa di Restena. Il percorso è ben segnato dal 23 maggio al 4 luglio; non ci sono ristori, tranne un paio di punti dove ci sono delle fontane. A inizio percorso c’è una cassetta in legno dove si può lasciare un’offerta che verrà devoluta al Centro di aiuto alla vita.

Che sia la versione tradizionale, o quella speciale in epoca di Covid, la Camminata per la vita è una passeggiata tra ciliegi in fiore, vecchie case dai muri pendenti, incredibili fiori selvatici e un’antica villa in vendita.

camminata per la vita restena

Normalmente ci sono diversi percorsi disponibili: 6, 12 o 18 chilometri (poi passati a 20). Lungo la via ci sono vari “ristori” dove poter bere e mangiare qualcosa, rifocillarsi per ripartire più forti di prima (tranne negli anni di covid, in cui c’è un solo percorso e non ci sono ristori).

Il percorso breve se non sbaglio è percorribile anche con i passeggini. Quello lungo parte dalla piazza di Restena, sale verso la collina, passa per Pugnello e torna a Restena.

camminata per la vita

un ristoro

Eventi come questo mi sono sempre piaciuti perché sono un modo per tenersi in forma e scoprire la propria terra (e in effetti stanno diventando sempre più popolari); io per esempio non avevo mai passeggiato prima su quelle colline, a soli 10 km da casa mia. La vista da lassù è incredibile, con tutti quegli alberi bianchi che interrompono il marrone del bosco. Inoltre, camminare accompagnati da cani che corrono come pazzi dalla contentezza e vedere i bambini che molto pazientemente marciano i loro primi 6 chilometri di fila, è veramente un piacere. Fa bene all’umore. Quando l’ho fatta io alla fine dei 18 chilometri camminavo a malapena, ma ne è valsa la pena (la seconda volta ho fatto i 12, più alla mia portata).

La Camminata per la Vita è particolarmente importante perché è organizzata anche per raccogliere fondi a scopo benefico, la prima edizione fu per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, nel 2021 per il Centro per la Vita.

camminata per la vita arzignano

Alla fine della passeggiata questo cane deve aver corso almeno 4 volte la distanza!

Eventi come la Camminata per la Vita sono un mix di cultura, cibo e socializzazione. Le passeggiate sono un ottimo modo per incontrare vecchi e nuovi amici, passare del tempo nella natura e (ri-)scoprire il territorio in cui viviamo.

camminata per la vita

Panorama e un contadino: non ci sono domeniche per loro.